• Home »
  • News »
  • Lavoratori Asu. Ieri incontro a Torrenova . Ale Ugl Sicilia ” Il nostro obiettivo e la stabilizzazione di tutti gli Asu Siciliani e non di cercare di dividere la platea creando confusione “

Lavoratori Asu. Ieri incontro a Torrenova . Ale Ugl Sicilia ” Il nostro obiettivo e la stabilizzazione di tutti gli Asu Siciliani e non di cercare di dividere la platea creando confusione “

Si è svolto ieri a Torrenova nei locaali di Piazza Autonomia ,l’ atteso incontro promosso dal Sindaco Castrovinci sulla stabilizzazione dei lavoratori Asu della Regione Siciliana . Presenti l’ Assessore Regionale On. Grasso diversi Sindaci , deputati Regionali e Nazionali e organizzazioni sindacali.


Di seguito il comunicato dll’ Ale Ugl Sicilia che ha partecipato all’ incontro :

Ancora una volta assente il nuovo assessore regionale al lavoro Scavone. Abbiamo apprezzato la presenza dell’assessore B. Grasso, che ha parlato del suo impegno per il precariato in generale, ma nessuna proposta risolutiva e difficilmente potevano arrivare, non essendo l’assessore competente, come la stessa ha più volte dichiarato.
Molti i deputati regionali e nazionali presenti. Alcuni hanno confermato di conoscere bene la questione e di avere le idee chiare su come affrontare la situazione come l’ On. Calderone che fin dal suo insediamento all’ Ars ha dimostrato il suo impegno costante verso la platea Asu , altri sembra ne stiano prendendo atto, mentre, purtroppo, alcuni stanno creando solo confusione, proponendo soluzioni normative anacronistiche ed inutili.

Chiariamo ancora una volta che ALE- UGL vuole la fuoriuscita definitiva di tutti i lavoratori dal privato sociale e che chi afferma il contrario è in malafede, ma è altrettanto vero che vuole la stabilizzazione definitiva per tutti e reputa le norme proposte ieri da alcuni deputati a dir poco superflue.
Infatti, c’è la legge 8/2017, che impone alla Regione di ricollocare tutti i soggetti in esubero, quindi anche i lavoratori dal privato sociale. Al contrario, sarebbe opportuno che il Parlamento ed il Governo vegliassero sull’attuazione delle proprie leggi.
Dopo oltre 20 anni di lavoro nero, certe proposte appaiono come ulteriori tentativi di perdere tempo e di dividere la platea sul fronte comune della volontà della stabilizzazione.
In tal senso, il vero punto positivo dell’incontro è stata la conferma della determinazione dei lavoratori ASU ad andare avanti fino alla stabilizzazione e la presa di posizione dei sindaci della provincia di Messina, così come auspichiamo sarà nel prossimo incontro di soli sindaci di tutta la Sicilia che stiamo organizzando insieme agli stessi, consapevoli che questi lavoratori ormai sono parte integrante ed indispensabile della macchina amministrativa che portano avanti, il cui fine ultimo è dare servizi ai cittadini.
Speriamo che arrivino segnali incoraggianti e concreti nei prossimi giorni dalla politica, diversamente, i lavoratori, a prescindere dalle affermazioni di ieri dell’assessore Grasso sullo sciopero, hanno già manifestato la volontà di fermarsi di nuovo e la responsabilità dei disagi sarà inequivocabilmente della politica stessa.
Vito Sardo – Mario Mingrino
Coordinatori Ale Ugl Sicilia